Villa Romana del Casale a Piazza Armerina

La Villa Romana del Casale a Piazza Armerina, in Sicilia, è il sommo esempio di villa di lusso romana tardo-imperiale. Nel 1997 è entrata a far parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, ed è stata scoperta nel 1950 da Gino Vinicio Gentili. La Villa del Casale, risalente al IV secolo d.C., è una delle più lussuose del suo genere ed è famosa per la ricchezza e la qualità dei suoi mosaici, riconosciuti come tra i più belli e quindi tra i più famosi al mondo. Questo tesoro musivo, grazie alla perfetta conservazione degli ambienti e delle rappresentazioni musive, testimonia le abitudini di vita della classe dominante romana ed è per questo motivo, fondamentale per la comprensione della vita e della civiltà romana. Questo inimitabile affresco mostra  le evidenti influenze reciproche tra la cultura romana e quella nordafricana, infatti si pensa che ci fossero maestranze africane tra i lavoratori. La Villa del Casale è grande circa 3500 m2, suddivisi in 48 ambienti ricoperti da mosaici in perfetto stato che permettono di ripercorrere la storia del più grande fra gli Imperi, con le scene di vita quotidiana, le raffigurazioni di eroi e divinità, le scene di caccia e di giochi. Tra i resti della villa vi sono quattro zone distinte:
  • l’ingresso monumentale con cortile a ferro di cavallo;
  • il corpo centrale della villa, costruito intorno ad una corte con giardino;
  • una grande sala con tre absidi (trichora), preceduta da un colonnato ovoidale, intorno a cui sorgono diversi vani;
  • il complesso termale.
Tanti gli ambienti che oggi sono visitabili: la zona delle terme; la corte porticata d’ingresso e l’arco onorario; il Vestibolo e il porticato del peristilio; gli ambienti di servizio, tra cui la stanza della “Piccola Caccia”, il corridoio della “Grande Caccia” e la stanza delle “Palestrite”; gli appartamenti padronali settentrionali con il mosaico di Ulisse e Polifemo e la stanza con Amore e Psiche e gli appartamenti padronali meridionali con il mosaico che raffigura il Mito di Arione e la stanza di Eros e Pan; il Triclinio e il portico; la Basilica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
WhatsApp
Benvenuto!
AngelaWhatsApp